Andrea Bocelli Testi

Andrea Bocelli Macchine da guerra Testo

Se fosse una cosa semplice

io te la direi,

ma c’è una confusione dentro

e quì, attorno a me.

Tu preferisci evitare

e forse la colpa non è tua;

potrei tentare un’altra volta,

ma non sono io che devi sentire.

A piedi nudi camminiamo

sui vetri rotti e poi

con mani sporche ci tocchiamo

ci feriamo fra di noi;

tutti i segnali sono guasti,

pallidi spenti nel buio;

potrei tentare un’altra volta

ma non sono io che devi sentire.

Ascolta il tuo cuore se batte,

guarda dove corri e fermati,

ascolta il dolore del mondo;

siamò persi per la via,

orfani di vita,

macchine da guerra,

ma perchè?

Non c’è più tempo per guardare

una stella sopra noi,

è tutto prepagato, stampato

e accreditato a noi;

ma come fai a non accorgerti,

fregartene, andare via

con passi falsi di felicità,

ma il sangue è anche tuo.

Ascolta il tuo cuore se batte,

guarda dove corri e fermati,

ascolta il dolore del mondo;

siamo persi per la via,

orfani di vita,

macchine da guerra,

ma perchè?

Siamo persi per la via,

orfani di vita,

macchine da guerra,

ma perchè?