Carlo Buti Testi

Carlo Buti Addio mia bella signora Testo

No, la commedia è inutile,

ti leggo in fondo al cuore,

quello che vuoi nascondermi

sta scritto in fronte a te.

Su, non mentire, dimmelo

che spento è il nostro amore !

Tanto che vale illudersi ?

Tutto finisce, ahimè !

Addio mia bella signora,

lasciamoci così senza rancor.

Al destino che vien

rassegnarsi convien,

sospirare, piangere, perché ?

Tu sei passata incognita

un dì sul mio cammino.

Io, senza nulla chiederti,

t’accolsi in braccio a me.

Confusi in un sol palpito,

il mio col tuo destino.

Ora mi dici :

– Vattene !

Vedi ?… Non t’amo più !

Addio mia bella signora,

lasciamoci così senza rancor.

Al destino che vien

rassegnarsi convien,

sospirare, piangere, perché ?

Perché mi guardi pallida

con quella smorfia strana ?

Temi che possa ucciderti

e vendicarmi qui ?…

No, penso tra le lacrime

a mamma mia lontana ;

non voglio farla piangere,

e poi per chi ?… Per te !…

Addio mia bella signora,

va pure, segui pure il tuo destin.

Saprò dire al mio cuor :

– È finito l’amor,

la chimera fragile passò !