Carlo Buti Testi

Carlo Buti Povero amico mio Testo

Il cielo è cupo e già la pioggia scroscia,

il cuore mio s’immerge nell’angoscia

perchè stanotte tutto è naufragato :

lei m’ha lasciato !

Vagando per la casa senza tregua,

c’è un’ombra che m’insegue ;

qualcuno mi rimane

che mi vuol bene :

il mio cane !

Povero amico mio,

siamo rimasti soli, tu ed io ;

la padroncina sai, ci ha abbandonato :

Vuoi saperlo perchè ?

Era stanca di me !

Invano cercherai la sua carezza

ed io non posso darti che tristezza ;

l’amavo tanto e se n’è andata via,

e sto morendo dalla gelosia !

Povero amico mio,

siamo rimasti soli, tu ed io !

Tu, ed io !

La notte va pian piano dileguando.

Amico mio, con me tu stai vegliando

e guardi un pover’uomo come piange

quando non finge…

Ho tanto freddo, accendo un po’ il camino,

ma tu stammi vicino, la febbre mi divora

ed in quest’ora ho paura !

Povero amico mio,

siamo rimasti soli, tu ed io ;

la padroncina sai, ci ha abbandonato :

Vuoi saperlo perchè ?

Era stanca di me !

Invano cercherai la sua carezza

ed io non posso darti che tristezza ;

l’amavo tanto e se n’è andata via,

e sto morendo dalla gelosia !

Povero amico mio,

siamo rimasti soli, tu ed io !

Tu, ed io !