Claudia Mori Testi

Claudia Mori Buonasera, dottore Testi

– Ciao, sono io…
– Ah, buonasera, dottore.
– Amore mio…
– Sì, mi dica.
– Non resistevo più, pensavo a te…
– Ah, bene, direi che è importante.
– Quando verrai?
– Mah, adesso non so, dipende.
– Non parlare se lì c’è lei, lascia parlare me, dì sì o no.
– Certo.
 
Ma vieni appena puoi,
anche tardi se tu vuoi –
intanto non dormirei;
quanto mi manchi, non sai.
 
– Mi ami o no?
– Ci può giurare, dottore.
– Io di più…
– No, non credo.
– Ma lei adesso dov’è? Vicino a te?
– Sì, sì, senz’altro.
– Oh, no, ho sciolto tutti i capelli giù e ho il profumo che mi hai dato tu.
– Ah, sì?
 
Vieni almeno per un po’,
non ho sonno, non mi sveglierai.
Dì quello che vuoi, però
stasera non dirmi no.
 
– Va bene, dottore, se è proprio necessario, vengo.
– Adesso chiudo, non vorrei fare insospettire lei.
Amore, io sono qui e potrei anche morire…
– No, no, stia tranquillo, adesso farò un salto da Lei. Buonasera, dottore.
– Amore, vieni qui…