Diodato babilonia testo



Cado e tu


Tu vieni a riprendermi


Sapessi cos'è un'anima


Saprei che cosa venderti


Cado e tu


Tu mi porti ancora più giù


Sei specchio dei miei limiti


Dei miei talenti inutili


Ogni volta poi sai sorprendermi


Sei ogni cosa intorno


E poi non ci sei più


Non ci sei...


Io non lo so come fai a sbattermi così


Che certi giorni ho il cuore nero


Sembra sempre lunedì


E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me


Poi la luce li cancella ed io ritorno a credere


Sia possibile ogni cosa, questa sana follia


Sia capace di mostrarmi


Mi basta, mi porti via da qui, dall'assurda e inutile Babilonia


Babilonia


Cado e tu


Tu mi porti ancora più giù


In questi abissi gelidi


Respiro sogni liquidi


Ma ogni volta poi sai sorprendermi


Quando penso di toccare il fondo


Mi riporti su, mi riporti su, mi riporti su


Io non lo so come fai a sbattermi così


Che certi giorni ho il cuore nero


E sembra sempre lunedì


E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me


Poi la luce li cancella ed io ritorno a credere


Sia possibile ogni cosa, questa sana follia


Sia capace di mostrarmi


Mi basta, mi porti via da qui, dall'assurda e inutile Babilonia


Babilonia


Babilonia...


Babilonia...