Gino bechi giuseppe verdi eri tu che macchiavi testo



Eri tu che macchiavi quell'anima,


La delizia dell'anima mia;


Che m'affidi e d'un tratto esecrabile


L'universo avveleni per me, avveleni per me!


Traditor! che compensi in tal guisa


Dell'amico tuo primo, dell'amico tuo primo la fé!


O dolcezze perdute! O memorie


D'un amplesso che l'essere india! . . .


Quando Amelia sì bella, sì candida


Sul mio seno brillava d'amor!


Quando Amelia sul mio seno


Brillava d'amor, si brillava d'amor!


È finito, non siede che l'odio, non siede che l'odio


Che l'odio e la morte nel vedovo cor!


O dolcezze perdute, o speranze d'amor, d'amor, d'amor!