Giuseppe Verdi Testi

Giuseppe Verdi Addio del passato Testo

Trae dal seno una lettera

“Teneste la promessa… la disfida

Ebbe luogo! il barone fu ferito,

Però migliora Alfredo

È in stranio suolo; il vostro sacrifizio

Io stesso gli ho svelato;

Egli a voi tornerà pel suo perdono;

Io pur verrò. Curatevi… meritate

Un avvenir migliore. –

Giorgio Germont”.

desolata

È tardi!

Si alza

Attendo, attendo né a me giungon mai! . . .

Si guarda allo specchio

Oh, come son mutata!

Ma il dottore a sperar pure m’esorta!

Ah, con tal morbo ogni speranza è morta.

Addio, del passato bei sogni ridenti,

Le rose del volto già son pallenti;

L’amore d’Alfredo pur esso mi manca,

Conforto, sostegno dell’anima stanca

Ah, della traviata sorridi al desio;

A lei, deh, perdona; tu accoglila, o Dio,

Or tutto finì.

Le gioie, i dolori tra poco avran fine,

La tomba ai mortali di tutto è confine!

Non lagrima o fiore avrà la mia fossa,

Non croce col nome che copra quest’ossa!

Ah, della traviata sorridi al desio;

A lei, deh, perdona; tu accoglila, o Dio.

Or tutto finì!