Ilaria porceddu in equilibrio testo



Dove mi porterà la vita…


Guarda il mangiafuoco, tutto spettinato


Chiude la bottiglia e manda un bacio


Bacio della sorte


Bacio che promette


Che ritorna e non è mai tornato


Oggi è un nuovo giorno


Oggi si riparte


Scendono le tende cadono bulloni


Pronti a rimontare


Case naviganti


Il mare è il fango tra l'asfalto e il sole.


Rughe d'elefante


Guarda e sputa il lama, piedi neri, scimmie, noccioline


Carovane lente


Viaggiatori persi


Sotto il trucco non c'è mai un confine


Vendo fantasia


Vendo l'allegria


In equilibrio sopra i vostri occhi


Gioco e vado via


E tutti -mamma mia!-


Vivo sopra un battito di mani.


Dove mi porterà la vita


Prometti e poi dimentica


Che questa strada è infinita


Ma è questa la mia vita.


Giru, bivu


dantzendi asusu e' unu filu


deu seu comenti coriandulu


ca antia simbillu a un anghelu


istimamì immoi


ca crasi no app'essi innoi...


Litri di gasolio


lampade a petrolio


occhi e bocche aperte di bambini.


Tutta questa vita


Fatta a camminare


Sopra lunghe e vecchie cicatrici.


Troppi brevi amori


Per eterni cuori


Dove batte sempre poco il sole


Dove la poesia


Non la puoi toccare


Ma portarla via per ricordare.


Giru, bivu


dantzendi asusu e' unu filu


deu seu comenti coriandulu


ca antia simbillu a un anghelu


istimamì immoi


ca crasi no app'essi innoi...


Mille bocche aperte


Tutte a tempo fumano sorrisi


Tutti in un secondo


Sognano e si sentono più vivi


Guarda come sputa il fuoco


E che coraggio il mangiafuoco


Guarda l'elefante


Com'è grande


Dai che costa poco!


Giro, vivo,in equilibrio su un filo


leggera come un coriandolo


sopra i tuoi occhi che danzano


e amami adesso perché all'alba ripartirò.


E andrò…


Dove mi porterà la vita


Prometti e poi dimentica.