Luciano pavarotti dai campi dai prati testo



Dai campi, dai prati


Che innonda la notte,


Dai queti sentier


Ritorno e di pace,


Di calma profonda


Son pieno, di sacro mister.


Le torve passioni del core


S'assonnano in placido oblio,


Mi ferve soltanto


L'amore dell'uomo!


L'amore di Dio!


Ah! Dai campi, dai prati


Ritorno e verso all'Evangel


Mi sento attratto,


M'accingo a meditar.