Luciano Tajoli Testi

Luciano Tajoli Madonna degli Angeli Testo

Madonna mia degli Angeli,

in quella chiesa, avanti a Piazza Termini,

mi avete visto allegro la mattina :

io me sposai con Nina.

Era d´ottobre

e dentro al cuore mio c’era una febbre

di baci ardenti e di felicità,

felicità.

Lassù, in mezzo agli angeli

che alzano in cielo a voi, Maria,

io vidi benedirmi da quell’angelo

di mamma mia.

I mesi, i giorni passano

e le speranze come rose sbocciano,

la mano sfiora nastri, tela e lino,

prepara un corredino.

Era d´ottobre

e dentro al cuore mio c’era una febbre

di baci ardenti e di felicità,

felicità.

Lassù, in mezzo agli angeli

che volano su in cielo fino a Dio

io vidi rider bello, più di un angelo,

il bimbo mio.

È stato come un fulmine,

il bimbo non c’è più, vuota è la culla,

strappato el nastro bianco dalla porta

ché pure Nina è morta.

Triste dicembre,

nel cuore mio si son calate l´ombre,

è tutto gelo intorno e fo pietà.

E fo pietà !

Ma su, in mezzo agli angeli,

ne vedo volar due con voi, Maria.

Per carità, ridatemi quegli angeli,

Madonna mia !