Manupuma ladruncoli testo



I ladruncoli bevono seltz


e baciano i banditi come la Madonna


di Pompei


si incontrano in giungle artificiali


ai piedi di St. Moritz


su culi in porcellana


e rinnovano l’affitto delle bocche


bocche da puttana


come Armstrong sulla luna


loro ci hanno messo una bandiera


di vittoria nella testa


Voglio Robespierre


che mi porti il profumo di rivolta


voglio vivere le mie follie


sui rimorsi delle tue bugie


lallalalalalalai


lallalalalalalai


Ci troveremo nelle piazze


sui peccati di Nerone


a mangiar grappoli d’uva


e come presi da una strana sensazione


cercheremo di bruciare il parruccone


i portantini leccaculo ed i becchini


che fanno a gara nell’alta società


Voglio Robespierre


che mi porti il profumo di rivolta


voglio un bacio da te


che mi faccia vivere sull’onda


Sono soprattutto giovani


che hanno ordinatamente invaso le piazze


in testa hanno dei parrucconi


che vogliono bruciare in un falò


in modo simbolico


la rivoluzione pare capeggiata


da due poeti, un pittore e un musicista


che si dicono pacifici


Affacciata alla finestra


una rosa in bocca


senza le pistole


che rovinino la festa


il miracolo a Milano


noi vedremo alzarsi in volo


tutto il silicone che ci resta


e cadendo come fiori in tempesta


resta solo la protesta


che vuol dire libertà


Voglio Robespierre


che mi porti il profumo di rivolta


voglio un bacio da te


che mi faccia vivere sull’onda


lallalalalalalai


lallalalalalalai


lallalalalalalai


lallalalalalalai


Voglio un bacio da te


che mi faccia vivere sull’ondaaaaa