Michele Pecora Testi

Michele Pecora È già estate Testi

E d’estate non c’è pudore,
tutto è più naturale
i rumori del mondo fanno meno male
 
È già estate, il tempo della sete
dei miracoli e di notti mai finite
dalle prue dei nostri cuori
ancorati a vecchi amori
aspettando l’onda che ci porti via
 
È l’estate il frutto del piacere
orizzonti accesi, il rosso delle sere
quando il vento sulle spalle
come il sole sulla pelle
brucia ancora in un ricordo dentro te
 
Ritorneranno i sogni e i giochi per la strada
chiassosi e colorati a farci compagnia
per noi, da sempre naviganti senza meta
ad aspettare l’onda che ci porti via
 
È d’estate che tutto sembra fermo
tutto passa e tutto vive in un momento
quando piove e non ti bagni
quando il caldo asciuga i segni
di un amore perso troppo tempo fa
 
Ritorneranno i sogni e i giochi per la strada
chiassosi e colorati a farci compagnia
per noi, da sempre naviganti senza meta
ad aspettare l’onda che ci porti via
 
E d’estate non c’è pudore,
tutto è più naturale
i rumori del mondo
fanno meno male
i nostri corpi nascosti al sole
l’ombra della memoria
pesca in fondo al ricordo
di una vecchia storia
 
Sshhh…
 
Ah, l’estate
finalmente arriva a darci fiato
sulle stanche debolezze
quando tutte le certezze
sono dubbi che poi il sole
scioglierà
 
Ritorneranno i sogni e i giochi per la strada
chiassosi e colorati a farci compagnia
per noi da sempre naviganti senza meta
aspettando l’onda che ci porti via.
 
Sshhhh…