Michele Pecora Testi

Michele Pecora I poeti Testi

I poeti sono un soffio di speranza, verità senza certezza
Non descrivono la vita, ma alla vita danno sogni e leggerezza
Hanno cieli di colori nuovi ed orizzonti senza sfumatura
Nelle mani portano la notte e, con la notte, tutte le paure
I poeti giocolieri stanno sempre in bilico sulle parole
Precipizi di emozioni dove è sempre facile poter cadere
Equilibristi senza avere idea di cosa sia restare in equilibrio
Bevono per ricordare, sono marinai scampati ad un naufragio
 
E non volano mai ad alta quota
Perché i sogni non hanno un pilota
Le poesie non hanno note, ma soltanto ruote per poter viaggiare
Ali di speranza e cieli per poter volare
 
I poeti senza casa maledetti e condannati a non morire
Perché l’anima non muore: ciò che muore è quello che non sai capire
L’anima è il riflesso, è la conseguenza, l’armonia di ciò che scrivi
È per questo che i poeti sono destinati a rimanere vivi
 
E non scrivono mai tra le righe
Temperandosi come matite
La farfalla vola verso la candela e la candela brucia ancora
I poeti hanno mille vite in una sola
 
I poeti sono fiori menzogneri, occhi scuri dalle occhiaie
Gocce di rugiada di un autunno che precipita dalle grondaie
Cuori solitari in un annuncio scritto senza testo, né passato
Incompiuti mai, poeti sono quello che non hanno pubblicato
 
E non volano mai ad alta quota
Perché i sogni non hanno pilota
Le poesie non hanno note, ma soltanto ruote per poter viaggiare
Ali di speranza e cieli per poter volare
 
E non volano mai ad alta quota
Perché i sogni non hanno un pilota
Le poesie non hanno note, ma soltanto ruote per poter viaggiare
Ali di speranza e cieli per poter volare