Movimento davanguardia ermetico decade di isolamento e aristocratico distacco testo



Come dell'aquila il volo spicca sovrano


sui vortici del caos


così il mio canto tra i mondi si spande


Come il vento del nord


infuria dalle vette


sorge l'animo impavido


che di stelle non ha luce


abiterà le notti dei deserti siderali


negli occhi una croce


di nera luce


buie pupille


non sanno più vedere...


la croce, su cui s'immola, ogni umana speranza!


Lo spregio calerà sulle tavole della legge


l'alba solitaria sovrana dei destini d'Europa


all'orizzonte ora compare


l'inversione dei valori, l'eversione del sapere


Nero sole del divenire!


Come il vento del nord


infuria dalle vette


sorge l'animo impavido


che di stelle non ha luce