Petra magoni voglio un dio testo



Voglio un Dio


Uno che no non faccia miracoli


Ma che renda i miei giorni più magici


Si avvicini alle mie verità


Voglio un Dio


Ne ho bisogno per rendermi utile


Alimento per la solitudine


Voglio un Dio che lavori con me


Voglio un Dio


Come cibo alla fame dell'anima


Come voce che gli sbagli amplifica


Come luce per la cecità


Voglio un Dio


Che non sia un'invenzione degli uomini


E che aiuti davvero i più umili


Voglio un Dio anche per chi non ce l'ha


Non ce la faccio più


Mi sento piccola


Non posso arrendermi


Tu puoi comprendermi


Non ce la faccio più


Mi sento piccola


Mi spezzo i tendini


Ti prego, prendimi


(Anche se non penso, anche se non vedo


Anche se rimpiango, anche se non credo


Anche se sto male, anche se poi sbaglio


Anche se ora dormo, spero in un risveglio


Anche se non penso, anche se non vedo


Anche se rimpiango, anche se non credo)


Voglio un Dio


Più lo cerco e mi perdo nei vicoli


Più lo voglio e capisco i miei limiti


Lo consiglio anche a chi non ce l'ha


Voglio un Dio


Uno che dia più spazio ai discepoli


Sostituisca i miei impegni manchevoli


Faccia lui quel che non faccio io


Voglio un Dio


Che si impegni a proteggere i deboli


Che corregga gli aspetti spiacevoli


Partoriti dalla società


Non ce la faccio più


Mi sento piccola


Non posso arrendermi


Tu puoi comprendermi


Non ce la faccio più


Mi sento piccola


Mi spezzo i tendini


Ti prego, prendimi


(Anche se non penso, anche se non vedo


Anche se rimpiango, anche se non credo


Anche se sto male, anche se poi sbaglio


Anche se ora dormo, spero in un risveglio


Anche se non penso, anche se non vedo


Anche se rimpiango, anche se non credo)


Voglio un Dio


Che non muoia fra lotte politiche


Che risorga cambiando le regole


E se ha tempo che passi di qua