Principe e socio m targato na testo



C'era una volta una mentalità


1 canna, 2 stanze e 43 amici


1 candela e tanta voglia e fa'


O' burdell chiamato la rivoluzione


Ciccio fra tutti era targato NA


Non capiva però gli piaceva fumare


Aveva gli occhi da' felicità


E un vocione paesano passate stà canna


Slogan bandiere e tanti capi che


Tutti bravi a parlare tutti a comandare


Menti borghesi e figli di papà


Che si armarono tutti con spranghe e pistole


Ciccio pensava ma che stanno a' fa'


Non capiva e perciò continuava a fumare


Tutti si alzarono è deciso già


Via alla rivoluzione ci va Ciccio terrone


Fammi sparire, fammi sperare


Fammi quello che vuoi


Ma non farmi sparare


Fammi tradire, fatemi odiare


Famm' chell che vuo'


Ma non voglio sparare mai


Ciccio voltò le spalle e se ne andò


E sperava nel giusto cercando 1 mestiere


E dopo 86 concorsi entrò


Arruolato nell'arma dei Carabinieri


Smise col fumo e poi s'innamorò


Di un carabiniere del Basso Treviso


Addestramento e infine poi giurò


E ad un tratto lo armarono per intervenire


Fammi sparire, fammi sperare


Fammi quello che vuoi


Ma non farmi sparare


Fammi tradire, fatemi odiare


Famm' chell che vuo'


Ma non voglio sparare


Fammi sparire, fammi sperare


Fammi quello che vuoi


Ma non farmi sparare


Fammi tradire, fatemi odiare


Famm' chell che vuo'


Ma non voglio sparare mai


C'era una volta una mentalità


1 canna di mitra e di fronte 2 amici


Ciccio sapeva troppe cose ormai


Salutò il suo cane chiuse gli occhi e disse puoi sparare


E la sua anima poi s'innalzò


Verso il cielo del sud per il Paradiso


Un angelo armato, Ciccio, tu diventerai


Era il Padreterno che gli fece 1 sorriso


Fammi sparire, fammi sperare


Fammi quello che vuoi


Ma non farmi sparare


Fammi tradire, fatemi odiare


Famm' chell che vuo'


Ma non voglio sparare mai


Fammi sparire, fammi sperare


Famm' chell che vuo'


Ma non voglio sparare mai