Stefano rosso e allora senti cosa fo testo



Cielo grigio, cielo blu


ma intanto tu dove sei tu?


e se va avanti così, io m’ammazzo giovedì


Tutto il giorno sto così, pensando a quando tornerai


la speranza è sempre lì e tu chissà dove sarai


E mentre un uomo prega, tu adesso dimmi con chi stai,


ma a te che te ne frega di tutto il male che mi fai?


E allora senti cosa fo’, soddisfazione non ti do,


divento qualunquista, anarchico o radicale


e quand’è carnevale il travestito fo’


Si vabbè, dicevi tu: "l’indipendenza!", ma ce l’hai


Son due mesi e forse più e non so ancora dove stai.


"Compro il pane e torno su" e io qui davanti alla TV


"Compro il pane e torno su", ma non sei tornata piu’


E mentre un uomo prega tu adesso dimmi con chi stai


ma a te che te ne frega di tutto il male che mi fai


E allora senti cosa fo’, soddisfazione non ti do,


divento femminista, mi vesto trasandato


e quando al mare vado a culo nudo sto


Cielo grigio, cielo blu, ma intanto tu dove sei tu?


e se va avanti così io m’ammazzo giovedì


porca zozza, ma lo sai, qui il vicinato cosa fa?


quando passo ride e fa: "c’ha le corna quello là!"


E tu … tu, brutta strega a quanti uomini ti dai?


tua madre invece nega, non pensa al male che mi fai


E allora senti cosa fo’, soddisfazione non ti do


divento liberale, non pago più le tasse


e giuro mi cascasse se dopo non lo fo’


Non siamo più bambini e è quello che ci frega


e mentre c’è chi prega, c’è chi fuma al bar


(Parlato)


Si va be'… mo che faccio?


Sposete, sposete, che quella


te fa da magnà, te lava li panni...


Quella ‘n se lava manco li piedi lei …


Quasi quasi chiamo Daniela!…


Va be’ pure quest’artra … bona quella!…


“La... è mia e me la gestisco da me!”


Meno male che c’e’ la sessoautonomia


che è come i Blue Jeans… non passa mai de moda